Grazie ad una Case History direttamente dagli USA è possibile comprendere alcuni aspetti cruciali del Marketing per il Professionista.

Osservate la pubblicità nella foto. Avete mai visto qualcosa del genere in Italia? Questo è un Avvocato che si promuove addirittura con un Billboard (il classico 6×3) nel campo del Danno Biologico in materia legale.

Ci mette la faccia (cosa indispensabile quando si fa Personal Branding) ed accredita le proprie competenze sottolineando la sede di Laurea (Harvard). Come si vede spesso nei film negli Stati Uniti il prestigio universitario conta parecchio e giustamente è una leva che viene sfruttata in modo palese.
Nel Belpaese l’Università del proprio titolo è piuttosto relativa, al massimo qualcuno lo segnala sui propri biglietti da visita o nella biografia del sito, in entrambi i casi l’impatto sul potenziale cliente è prossimo allo zero.

Terzo aspetto degno di nota è il semplicissimo numero di telefono piazzato in bella vista: essendo un manifesto in autostrada si avranno pochissimi secondi per leggere e memorizzare, per cui poche parole ed un numero semplice da ricordare è la regola da seguire.

Perché è tutto così diverso da noi? Vediamolo punto per punto.

1) Per determinate norme deontologiche un professionista non può promuovere la propria professione come qualsiasi altra attività ma deve mantenere un certo decoro. Negli altri paesi ci sono pure norme a tutela della professione ma in generale sono più elastici. È infatti molto importante conoscere le regole di promozione del proprio Ordine di appartenenza per evitare eventuali sanzioni.

2) In Italia non esiste una cultura di prestigio nell’immaginario collettivo legata agli Atenei italiani ritenuti più illustri, per cui se si possiede una Laurea alla Bocconi, alla Cattolica o alla Luiss poco importa. Spesso le persone non sanno nemmeno distinguere tra private e pubbliche o che tipo di studi offrono gli Atenei. Di conseguenza è pressoché inutile “vantarsi” di qualcosa di sconosciuto per l’interlocutore. Il cliente in Italia infatti non cerca un curriculum ma l’affidabilità, cosa che si costruisce diversamente e col tempo, non con un titolo.
Negli Usa titolo ed affidabilità spesso coincidono per questo funziona esporlo (ciò perché la formazione è meno dottrinale) e paradossalmente in Italia le persone ricordano
meglio e danno più valore proprio alle Università straniere perché sentite e risentite al Cinema (Oxford, Princeton ecc.).

3) La semplicità. Quanto stiamo attenti a dare un messaggio semplice ed immediato? Quanto ci mettiamo nei panni di chi leggerà? Per esempio pochi sanno che è possibile, pagando un certo prezzo, ottenere numeri di telefono semplici sia fissi che mobili da molti operatori.

Di conseguenza pensate sempre a chi siete, a cosa volete comunicare, a chi avete davanti e se queste tre componenti sono tutte in linea fra loro se volete trasmettere un messaggio efficace.