Quando si è svolto il primo confronto Trump-Clinton, essendo gli USA la patria della Comunicazione, sono balzati all’occhio due particolari di non poco conto, evidentemente studiati.

Il colore del Partito Repubblicano (rappresentato come simbolo da un Elefante) è il rosso. Il colore del Partito Democratico (rappresentato da un Asinello) è il blu.

Di che colore è la cravatta in bella vista di Trump? Di che colore è il vestito monocromatico di Clinton?

Sì, esattamente, dei colori degli avversari.

Ciò perché ogni candidato ha l’esigenza di “pescare” voti nell’elettorato altrui soprattutto se indeciso, pertanto a livello inconscio fanno sapientemente leva sul pubblico rendendosi “familiari” grazie al colore rappresentativo dello schieramento opposto.

Inoltre il “sanguigno” Trump si presenta con un blu rassicurante, mentre la “glaciale” Clinton con un rosso passionale, per scrollarsi entrambi le etichette cucite addosso.