Brand Strategies

Branding NeuroMarketing Consulting

Food Marketing per Aziende Italiane

La tua Azienda è al passo coi tempi?

Il Food Marketing non si compone più di sole Strategie di Posizionamento e Comunicazione nel settore del Food, ciò perchè i Consumatori divengono via via più “responsabili”, accorti ed esperti dei prodotti che ricercano. In tal senso la dimensione della sensorialità assume una fondamentale importanza nel mercato: si vuole vivere il prodotto attraverso un’esperienza che coinvolga sensi, emozioni e storia. Per questi motivi oggi si parla più propriamente di Food Experience.

Compriamo una mela? No, si compra la qualità della sua storia, perchè degustarla significa fare parte di qualcosa di genuino, tradizionale, prodotto secondo natura e senza contaminazioni. Si consuma l’esperienza prima ancora del prodotto stesso.

Se il prodotto è appunto il cibo allora tutti i sensi vengono inevitabilmente coinvolti nella sua narrazione: dalla coltivazione delle materie prime fino alla tavola. Quello che si racconta è quindi una storia che dà emozioni. Altrimenti perchè in alcuni allevamenti di bufale campane nella piana di Paestum il packaging delle mozzarelle acquistate presenta le foto delle bufale fattrici chiamate con un nome simpatico, famigliare da animale domestico? Per vendere la storia del prodotto, del territorio e di chi lavora tutti i giorni secondo tradizione e qualità.

La Mulino Bianco (Barilla) ha fatto del suo Storytelling la sua arma vincente da sempre.

Comunicare efficacemente in questo settore vuol dire offrire una grande cura della propria immagine, una narrazione (storytelling) di forte impatto emotivo ed un posizionamento che rende il Brand unico. Molte aziende italiane da moltissimi anni operano usando questi strumenti.

La tua Azienda che cosa racconta? Qual è la sua storia? Che emozioni trasmette? Se non ci hai mai pensato o lavoratoci sopra è tempo di farlo.

Applica il NeuroMarketing al Food

Quanto detto sinora, la dimensione emozionale e narrativa di un Brand, è comunque attualmente una branca delle neuroscienze applicate al marketing. Tuttavia sono molti gli interventi possibili che possono massimizzare il business aziendale alimentare.

Mangiare è una delle basi del mantenimento della vita, regolato da un insieme estremamente complesso di fenomeni cerebrali, oltre che influenzato da culture estremamente antiche, abitudini, tradizioni, creatività culinaria ecc. . Sappiamo soprattutto che la dopamina, un neurotrasmettitore nel cervello, gioca un ruolo importante nelle nostre scelte di cibo e bevande, determinando un comportamento basato sulla ricompensa ed è questa sensibilità alla ricompensa che influenza molte delle nostre decisioni alimentari. Queste decisioni sono orientate al piacere: il nostro subconscio associa determinati cibi con piacere e felicità, esercitando così un’azione sul comportamento dei consumatori.

Il NeuroMarketing utilizza strumenti di monitoraggio del cervello, misurazioni biometriche e test impliciti per comprendere meglio i meccanismi non consapevoli dietro le decisioni di acquisto e consumo in situazioni quotidiane come lo shopping.

E’ così possibile:

  • Comprendere la percezione effettiva del Brand
  • Massimizzare l’efficacia delle campagne promozionali
  • Potenziare l’immagine del packaging
  • Fare leva sui fattori delle scelte d’acquisto negli shop
  • Regolare l’e-commerce secondo principi scientifici
E-Commerce NeuroMarketing Brand Strategies Rocco Chizzoniti
NeuroMarketing Shop Food Brand Strategies Rocco Chizzoniti
NeuroMarketing Packaging Brand Strategies Rocco Chizzoniti

Gli obiettivi del Consulente nel Marketing Alimentare

Brand Strategies offre una Consulenza a misura dell’Azienda:

  • Consulenza Strategica

Si identificano i problemi al fine di redigere un piano strategico-operativo ad hoc nel settore Food di appartenenza, con analisi dei competitors e posizionamento, per raggiungere gli obiettivi prefissati (Comunicazione efficace del Brand, Storytelling, disposizione scientifica dei prodotti negli shop ecc.). Un primo incontro conoscitivo consente quindi di raccogliere le iniziali informazioni circa le problematiche rilevate. A seguire, grazie allo studio della situazione nel particolare, dei punti di forza e debolezza aziendali, sarà possibile strutturare il piano strategico-operativo da seguire, con analisi, esempi ed attività da svolgere, punto per punto (es. correggere l’immagine e la comunicazione aziendale a 360°, ottimizzare anche il portale web, avviare/tarare il social media management, ovviare all’attività SEO e/o SEM ecc.).

  • Consulenza Operativa

Il Consulente Strategico potrà tuttavia, una volta redatto il documento strategico, seguire anche in prima persona, per conto dell’Azienda, ogni attività indicata e cadenzata, qualora fosse espressamente richiesto: più spesso di quanto non si pensi titolari e dirigenti necessitano di una visione terza ed imparziale sul lavoro da svolgere che, specie per motivi di tempo, sono impossibilitati ad occuparsene.

Il lavoro del Consulente in questi casi prosegue supportando direttamente l’Azienda nelle azioni concrete, con un report mensile delle attività, integrandosi con il team aziendale e monitorando nel tempo obiettivi e risultati.

Branding

NeuroMarketing

WebMarketing

Comunicazione Strategica

Social Media Management

Raccontaci di cosa hai bisogno, ti risponderemo con un piano dei lavori da svolgere ed il preventivo

“Ho bisogno di conoscere la storia di un alimento. Devo sapere da dove viene. Devo immaginarmi le mani che hanno coltivato, lavorato e cotto ciò che mangio.”
Carlo Petrini Brand Strategies
Carlo Petrini
Gastronomo, Fondatore Slow Food